12. Edilizia universitaria e sedi decentrate

 

  • Confronto con la Regione dell'Umbria e ADISU sui piani di sviluppo delle sedi regionali dell'Ateneo e dei relativi servizi a rete;

  • Elaborazione di un piano pluriennale di edilizia universitaria di Ateneo che preveda anche una pluralità di interventi come di seguito specificato;

  • Efficientamento energetico-ambientale degli edifici mediante monitoraggio dei consumi, individuazione delle criticità e stesura di liste di priorità degli interventi sulla base del rapporto costi/benefici;

  • Razionalizzazione dei costi dell'energia anche attraverso la programmazione di interventi di riduzione degli sprechi e delle inefficienze;

  • Sicurezza antisismica e comfort ambientale;

  • Razionalizzazione e valorizzazione degli spazi di aggregazione di Ateneo;

  • Potenziamento dei parcheggi e impianti d’aria condizionata per ciascun edificio in particolare dove tali servizi sono carenti o assenti;

  • Manutenzione e cura permanente delle aree esterne, delle pertinenze e delle vie d'accesso alle sedi universitarie;

  • Piano di Ateneo della segnaletica, dei cartelli indicatori e delle targhe (incluse le coordinate gps), che con efficacia consenta di offrire una immagine chiara, riconoscibile,  uniforme e coerente,  di tutte le sedi e degli uffici dell'Università;

  • Decoro e arredi adeguati in tutte le strutture universitarie;

  • Efficientamento ed estensione della rete Wi-Fi (e Li-Fi se disponibile) a tutte le sedi di Ateneo;

Sede di Perugia

  • Piano pluriennale dell’edilizia universitaria, confronto con il Comune di Perugia per le sedi e i servizi (in particolare trasporti) del capoluogo, che preveda anche la razionalizzazione e la ristrutturazione delle varie aree dello Studium nel contesto urbano:
    1. Centro, Morlacchi – area umanistica
    2. Andrea delle Fratte – polo di medicina
    3. Via del Giochetto – farmacia, chimica e biotecnologie
    4. Pian di Massiano – polo di ingegneria
    5. Conca* – fisica, geologia, matematica, chimica2, economia, scienze politiche, giurisprudenza
    6. San Pietro e San Costanzo – agraria, veterinaria
    7. Palazzo Murena

*Si provvederà alla ristrutturazione o alla demolizione (o rifacimento) degli edifici non adeguabili o di cui non vi è convenienza economica per un adeguamento impiantistico e antisismico.
Si prevede la razionalizzazione degli edifici ristrutturati o oggetto di rifacimento, per dotare il Dipartimento di Scienze Politiche di un'unica sede e altrettanto al Dipartimento di Economia una sede propria funzionale alle esigenze scientifiche e didattiche.


Sede di Terni

  • Confronto con i comuni di Terni e Narni sul piano Edilizio e dei servizi delle sedi universitarie delle rispettive città nel contesto regionale;

  • Realizzazione del campus universitario di Pentima e pianificazione e riorganizzazione del polo integrato interdisciplinare di Terni nel rispetto dei vincoli;

  • Strutture, aula magna, uffici e laboratori adeguati alle esigenze didattiche e di ricerca dei docenti di medicina di Terni;

  • Integrazione dei servizi nella sede di Narni;

Sedi Decentrate

  • confronto con i comuni interessati sul piano Edilizio e dei servizi delle sedi universitarie decentrate delle rispettive città nel contesto regionale;

  • Rilancio delle sedi decentrate con accordi con gli enti locali per la valorizzazione delle realtà locali e delle eccellenze territoriali;

  • Razionalizzazione, efficientamento energetico ambientale e garanzia di un elevato standard della qualità della didattica delle sedi decentrate;

  • Servizi, trasporti e collegamenti efficienti e sostenibili per la rete delle sedi decentrate in accordo con gli enti locali e la Regione dell'Umbria.