Visione per l’Università degli Studi di Perugia 2019/2020-2024/2025

Immagino una Università libera e inclusiva, connessa e sinergica, prestigiosa e internazionale, efficiente e sostenibile

  • Dove, garantirò libertà, autonomia e indipendenza da qualsiasi condizionamento.
  • Dove ciascuno di noi possa fare e sia messo in grado di fare ricerca liberamente e con strumenti adeguati.
  • Dove assicurerò quei presupposti di Autorevolezza e Prestigio Internazionale indispensabili per ottenere il rispetto e la collaborazione delle altre istituzioni e garantire finanziamenti e risorse consistenti.
  • Dove l’apparato amministrativo sarà semplificato e informatizzato, con personale formato e certificato, pronto e operativo per competere a livello Nazionale e Internazionale.
  • Dove gli studenti sono al centro e va garantito loro un approccio lavorativo fin dagli ultimi anni di studio.
  • Dove sarà valorizzata la ricchezza intellettuale dei nostri Dottori di ricerca e la tutela della proprietà intellettuale che, unita al Trasferimento Tecnologico, offrirà loro prestigiose alternative di lavoro per creare ricchezza nel Paese.
  • Dove la governance dell’Ateneo sarà sempre attenta alle esigenze degli studenti, del personale TAB-CEL e dei colleghi in spirito di condivisione e collaborazione.
  • Dove sarà un piacere lavorare, in ambienti energeticamente efficienti e confortevoli, con servizi e mobilità a basso impatto ambientale.

Perché ho dimostrato con i fatti nella didattica, nella ricerca, nella terza missione e nei rapporti con le istituzioni nazionali e internazionali le capacità per raggiungere tutti questi obiettivi.

Perché l’Università di Perugia, alla quale ho dedicato 30 anni della mia vita, mi ha dato grandissime opportunità e ora vorrei restituire il mio appassionato lavoro e le mie competenze per un suo rilancio a livello nazionale e internazionale.